Trasporti‎ > ‎

Come funziona la metropolitana

Dopo l'articolo su come funzionano gli autobus, non poteva mancare un articolo dove spiego come funziona la metropolitana.
Tutte le metropolitane giapponesi funzionano allo stesso modo, però gli esempi e le foto che ho inserito si riferiscono alla metropolitana di Tokyo che è una delle più grandi e intricate al mondo, se non la più grande.
Prima di tutto recatevi alla stazione della metro più vicina. Il simbolo che dovrete cercare per le strade è questo (per la metropolitana di Tokyo):

tokyo_metro_sign.jpg 
Insegna metropolitana di Tokyo

img_0933.jpg
Insegna metropolitana di Tokyo

kyoto-subway.jpg
Insegna metropolitana di Kyoto

La mappa

Vicino al simbolo della metro, o all'ingresso, troverete anche il nome della stazione in caratteri romani e in giapponese (come nelle foto qui sopra), teneteli a mente per capire dove siete sulla mappa...la cosa migliore è procurarsi la cartina della metropolitana.

tokyo_subway_map.jpg

Se cliccate sulla foto potrete scaricare il PDF della cartina.
Alle volte serve avere sia la cartina scritta in caratteri romani sia quella scritta in giapponese, sovrapponendo le destinazioni potrete vedere come si scrive in giapponese, questo perchè alle volte mi è successo, dalle macchinette per i biglietti, di trovare solo il tabellone scritto in giapponese!
Una volta che sapete come si chiama la stazione da dove partite e quella dove volete andare, trovate il tragitto più breve sulla cartina e vedete il colore e numero della prima linea metropolitana che dovete prendere. Le insegne che indicano dove sono gli ingressi per le varie linee sono molto chiari, riportano il nome in caratteri romani, in giapponese, il numero della lineaa e il colore.

Insegna metropolitana di tokyo 

Insegna

Mi raccomando state attenti alla direzione!

Le macchinette

Arrivati ai cancelletti di ingresso della metropolitana, dovete individuare le macchinette per i biglietti. Sono facili da vedere perchè sopra hanno un enorme cartellone con la riproduzione della mappa della metropolitana (anche se devo dire che alle volte...in qualche stazione minore, non è così grande).

tokyo-metro-biglietti.jpg

Guardate la mappa sopra le macchinette (meglio se quella scritta in caratteri romani, anche se non c'è sempre) e troverete un bollino rosso che indica dove siete. Cercate sulla mappa la destinazione, e vedrete che sotto il nome c'è una prezzo. Quello è il prezzo del biglietto per raggiungere la destinazione.
I prezzi variano in base a quanto distante andate.

160¥ per 1-6km
190¥ per 7-11km
230¥ per 12-19km
270¥ per 20-27km
300¥ per 28-40km

Capito quanto dovete pagare, dovrete affrontare la macchinetta per i biglietiti.

tokyo-metro-macchinetta-tum.jpg 

jptkmetromachn5823.jpg

Apparentemente può incutere timore, ma è molto più semplice di quello che sembra.
Come funziona?
Allora...ci sono due tipi di macchine: quello più tecnologico della prima foto, quello più spartano della seconda foto. In entrambi i casi il meccanismo è scegliere il costo del biglietto, il numero dei biglietti, inserire i soldi e ritirare i biglietti.
Cosa cambia?
La prima macchina è anche in inglese e ti permette anche di inserire il nome della stazione di destinazione, quindi il costo del biglietto te lo imposta lei. Il resto dei passaggi non cambia.
La seconda macchina è totalmente in giapponese (io personalemente ho trovato quasi sempre questo tipo). Il costo del biglietto si deve conoscere (come ho spiegato nei paragrafi precedenti) e si deve premere il tasto corrispondente: 160¥(円), 190¥(円), ... Poi si deve premere il tasto per il numero dei biglietti: 1人, 2人, ... (人 si legge nin e vuol dire persona). Il resto dei passaggi non cambia.
Alla fine avrete in mano dei biglietti come questo:

Biglietto

I cancelletti

Bene ora dobbiamo entrare dai cancelletti di ingresso alla che ci portano ai treni. Anche qui è bene una spiegazione. Perchè come sempre in Giappone nulla è apparentemente semplice (^_^).

tokyo-metro-cancelli.jpg

tokyo-metro-cancelli2.jpg

Il biglietto va inserito nell'apposita fessura (che vedete nella foto), voi continuate a camminare, passate i cancelletti che si aprono e recuperate il biglietto che sbucherà dalla parte opposta. Il tutto avviene molto velocemente, come mettete dentro il biglietto, i cancelletti si aprono e il biglietto sbucherà dall'altra parte.

In treno

Una cosa molto particolare in Giappone, sia per i metro che per i treni che per gli autobus, sono i segni sui marciapiedi che indicano dove si fermerà la porta! Vi assicuro che non sbagliano, se ti metti ad aspettare sopra uno di questi segni puoi stare sicuro che la porta ti si aprirà di fronte, anche se spesso si formano delle file ordinate davanti a ogni segno di gente che attende il treno. Addirittura a Kyoto, non si ha accesso diretto al binario, ma i marciapiedi sono separati dai binari da un divisorio con delle porte, quando il treno si ferma si apre la porta del treno e canche la porta corrispondente nel divisorio (come nella foto).

tocar1.jpg

Una volta montati in metro, dobbiamo capire quando scendere. Nei metro più moderni (a Tokyo quasi tutti), sopra ogni porta c'è un bello schermo LCD che mostra il percorso, la prossima stazione e negli intervalli anche il meteo (in Giappone il meteo lo trovi ovunque anche in bagno sopra gli urinatori!)

LCD
Nei metro più vecchi, invece, ce la classica tabella con indicato to il percorso con tutte le fermate (tipo la metro di Milano).

La discesa

Una volta arrivati, troverete dei cancelletti uguali a quelli che avete usato per entrare. Si usano nello stesso modo, l'unica differenza è che questa volta il biglietto non esce più, viene trattenuto.
Nel caso in cui il biglietto vi ritorni fuori, dalla stessa parte dalla quale lo avete inserito e il cancelletto non si apre...vuol dire che avete fatto un biglietto che costa meno di quello che serviva. Devo essere sincero però che non mi è mai capitato e non so bene cosa si deve fare, anche se mi sembra di aver letto che con il biglietto si deve andare alle macchinette (non penso le stesse che si usano per farli dato che sono al di là del cancelletto) e si deve fare un biglietto per pagare la differenza.

Per ogni informazione aggiuntiva commentate pure l'articolo.
Comments